Come servire i salumi a Natale

I salumi a Natale sono un classico, è vero però sarebbe bene iniziare a presentarli in modo diverso proprio per dare loro il giusto valore. I salumi artigianali hanno alle spalle una lavorazione attenta e una stagionatura che si protrae nel tempo. Mani esperte li lavorano trasmettendo storia e saper fare. Un prodotto così richiede una presentazione adeguata perché in cucina è vero che  “anche l’occhio vuole la sua parte”. Avete mai notato come all’arrivo di un piatto ben presentato dai commensali si alzino spontanee frasi di apprezzamento e “mugolii” pre-degustazione?
Dare un bell’aspetto ad un piatto è anche il ringraziamento per chi ha prodotto quel cibo come le frasi di apprezzamento lo sono per chi ha cucinato. E in fondo anche per l’animale che si è donato per il nostro sostentamento. Detto questo ecco alcune idee per la presentazione dei salumi sulla tavola di Natale.

Prima di tutto sarebbe buona cosa tagliare i salumi con un’affettatrice ma se non è possibile è bene pensare alla nostra presentazione in modo da farseli tagliare secondo le nostre esigenze. Una cosa che fa sempre un bell’effetto è la casetta di salumi. Nata sulla scia di quella di pan di zenzero la casetta di salumi ha come pareti e tetto della schiacciata.

Basta fare della schiacciata morbida, tagliare i pezzi della casetta lasciando un pezzo grande a far da base,  montarla  servendosi di alcuni stuzzicadenti e poi ricoprirla sempre utilizzando gli stuzzicadenti, di salumi. Mortadella rosa e bianca sul tetto, rotolini si salame a ricoprile le pareti, piccole fette di salamino come lastricato, impreziosire con qualche ciuffo di insalata e usare del formaggio per l’effetto mese sparso qua e là. Il successo è assicurato:

Più semplice da realizzare anche l’albero di Natale ricoperto di salumi. Basta cuocere della sfoglia tagliata a forma di albero  e adagiarci sopra le fette di salume tagliato fine a formare fiori da fermare con un oliva denocciolata con mezzo stuzzicadenti, da sostituire lungo il bordo con un pomodoro di quelli piccoli alternando rosso e giallo.
Bella anche la corona di rosmarino fresco su cui adagiare i salumi sempre sistemati a fiore, con l’aggiunta di formaggio a cubetti. Semplice la presentazione singola con pan carrè senza costa (quello grande americano) cosparso di crema di lardo al tartufo, salame, insalata mettendo strado dopo strato in maniera sfalsata a formare in piccolo albero. Chiudere con un pomodoro tagliato a stella.

Carrello
Torna su