Mortadella quale scegliere?

[vc_row][vc_column][vc_column_text]In assoluto uno dei salumi preferiti dagli italiani, la più amata dai bambini di tutte le generazioni, la mortadella è da sempre regina indiscussa delle nostre tavole. Per una merenda golosa, per un pranzo veloce ma gustoso, all’interno di tantissime ricette di cucina, ecco alcune indicazioni su come sceglierne una buona e di qualità.

Diciamoci la verità: non c’è merenda migliore di un panino con la mortadella. A seconda delle preferenze, tagliata fine e sovrapposta a fettine sottili, ripiegate le une sulle altre in mille strati di gusto diretto e sincero. Oppure affettata più spessa, per una consistenza carnosa e vellutata al tempo stesso.
I puristi della “Bologna” puntualizzeranno che lo spessore della fetta è solo una questione di gusti personali, per questo indiscutibili e inalienabili, ma che se di panino deve trattarsi che sia una “rosetta”, croccante e friabile fuori ma priva della mollica all’interno; anche se, a dir la verità, di bolognese questo pane ha ben poco visto che si tratta di una ricetta tutta romana, anzi è il più romano dei panini.
I golosi invece, per loro natura lussuriosi e gaudenti, preferiranno sostituire il pane con la focaccia (o schiacciata, come viene chiamata in Toscana) calda e oleosa.
I tradizionali, che ancora si rifanno alle memorie contadine dei nostri territori, opteranno per due fette di pane casalingo, eventualmente integrale o semi-integrale.

Se non c’è comunione d’intenti sulla tipologia di pane, sicuramente c’è accordo unanime sulla bontà della Mortadella che dovrà essere di alta, anzi altissima qualità.
Ma quale scegliere? Come essere sicuri che l’affettato che andremo ad acquistare soddisferà non solo il nostro palato, ma sarà anche un prodotto realizzato con ingredienti scelti, senza coloranti, conservanti e esaltatori del gusto?

Ecco quindi alcune regole e qualche piccolo consiglio per acquistare un mortadella buona… e giusta.

Mortadella quale scegliere: solo ingredienti di prima qualità

La scelta delle materie prime utilizzate è sicuramente il fattore principe che determina la qualità del salume che acquisteremo. Entrambe le nostre mortadelle – la Mortadella La Classica e la Mortadella con i Pistacchi – sono prodotte partendo da una selezione pregiata di tagli del maiale (la spalla, la parte della gola e alcune rifiniture dei prosciutti). Anche il mix di aromi e spezie che contribuisce al sapore unico e alla persistenza sul palato, non prevede aggiunta alcuna di coloranti, conservanti, proteine del latte ed esaltatori di sapidità.

Mortadella quale scegliere: intolleranze alimentari e dieta

Sia la nostra Mortadella La Classica che la Mortadella con i Pistacchi possono essere mangiate anche da quelle persone affette da celiachia o da intolleranze alimentari al glutine: sono infatti entrambe prodotti gluten free. Inoltre la trita finissima – quasi una crema emulsionata – con cui si prepara la farcia è fatta per la parte rosa (quella più magra) con carni a muscolatura striata, ottenute per lo più dalla spalla, mentre le pepite di grasso, i lardelli, vengono presi dal grasso di gola. Si tratta principalmente di acidi grassi monoinsaturi, i migliori per l’organismo. Questa selezione attenta, unita ad una tecnica di cottura a temperature controllate – la mortadella viene cotta seguendo il metodo della stufatura ed è pronta quando la temperatura al “suo cuore” raggiunge i 70 gradi centigradi – hanno consentito di abbattere sostanzialmente la quantità di grasso utilizzato, tanto che un etto di mortadella fornisce più o meno le stesse calorie di un formaggio spalmabile o di una mozzarella fior di latte (meno di 300 kcal.). È quindi un alimento molto magro con soli 60/70 milligrammi di colesterolo ogni cento grammi. Inoltre è ricca di vitamine B1 e B2, niacina e sali minerali come il ferro e lo zinco.

Mortadella quale scegliere: Indicazione Geografica Protetta e artigianalità

Un’altra garanzia di qualità ci viene sicuramente fornita dall’Indicazione Geografica Protetta. Un mortadella IGP di qualità, priva cioè di contraffazioni è un prodotto che si contraddistingue per alcune caratteristiche uniche sia di gusto che per il valore nutrizionale: è infatti un alimento ricco di proteine nobili, grassi insaturi e minerali. Dal 2001 il Consorzio Mortadella Bologna tutela e valorizza tutti i prodotti a marchio IGP. Tuttavia anche le mortadelle artigianali che non sono portatrici dell’Indicazione Geografica Protetta, ma rispettano nella produzione le indicazioni dettate dal disciplinare del consorzio (selezione delle carni, controllo delle temperature in cottura, basso contenuto di grassi e sali, nessun conservante o additivo) sono garanzia di qualità e bontà.[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]

Carrello
Torna su