Pane e salumi: come abbinarli in estate

I salumi sono un perfetto cibo estivo. Vi sembra strano?  Anche se fa caldo i salumi, proprio perché non necessitano di cottura e soddisfano il palato, sono perfetti  da portare sulla tavola estiva. Quindi ecco qualche consiglio.

Come aperitivo in abbinamento ad una bollicina, un vino frizzante o uno spumante per sgrassare la bocca, sono un must. I salumipPossono anche occupare tutta la cena se prima vengono servite fresche insalate e se  accompagnati da tanti tipi di pane diverso.

Quello a cui le persone, spesso,  non fanno attenzione è proprio il pane. Il pane non è tutto uguale e ogni tipologia ha il giusto abbinamento con un salume perché tendono ad esaltarsi a vicenda. Per esempio,  non è corretto mettere un salume molto saporito su un pane salato. Un classico ce lo fornisce la Toscana, patria di salumi sapidi con il suo pane “sciocco” cioè senza sale.

Andiamo con ordine

Ma andiamo con ordine. Se prendiamo un salume affumicato come uno speck o della coppa affumicata l’abbinamento ideale è il Pane di segale perché i due sapori si fondono bene. Lo speck, specialmente se ben tirato, gode della morbidezza di questo pane saporito dal gusto rustico.

Con un prosciutto stagionato e salato ci vuole un pane bianco e senza sale per mitigare l’intensità e naturalmente un buon bicchiere di rosso beverino.
Per il prosciutto cotto, più delicato, è bene trovare un pane friabile e leggero come una rosetta, una ciabattina con poca mollica. Sempre con il cotto bene anche la famosa piadina romagnola e i piccoli pan brioche lievemente salati.

Per il lardo di Colonnata il pane integrale, quello nero, è l’abbinamento ideale eventualmente appena abbrustolito da servire con qualche pomodorino piccolo ma non troppo dolce.

La mortadella classica deve esseree abbinata con la schiacciata o focaccia ma consiglio di provarla anche con il pane di castagne e noci per un vero panino gourmet. Su questo pane da provare anche le mordadella di Gombitelli, un salame a trama fine che gode di questo abbinamento.

Per il salame bisogna attenersi al ragionamento della stagionatura. In base a questa si sceglierà il pane. Un pane dalla crosticina fine e croccante potrebbe andar bene ma bisogna anche vedere se il salame è agliato, con molto pepe o peperoncino. 

Se il salame è molto fine, cioè molto macinato, va bene un panino morbido bianco senza troppa crosta e poca midolla, mentre con un salame toscano, con i suoi occhi di grasso bianco e tondo e il sapore intenso vanno bene anche due sane fette di pane senza sale tagliate spesse.

Il lonzino, culatello insomma i salumi senza grasso vanno bene con pane tagliato sottile o un panino morbido con semi di papavero e a me piace abbinarci un vino aromatico.

I salumi sono da provare anche con la pizza bianca croccante e in genere il prosciutto San Daniele con la sua dolcezza ci sta perfettamente.

Un bel tagliere estivo quindi deve contenere non solo salumi di vario tipo ma anche pane di tipo diverso, con frutta e insalate fresche.
Come si abbiano i salumi alla frutta? Nel prossimo articolo lo scoprirete!

Carrello
Torna su