Farro della Capannina

5,509,90

Il Farro della Garfagnana è un cereale che nel 1996 ha ottenuto il riconoscimento dell’indicazione geografica protetta (IGP).  Il farro è tra i più antichi tipi di cereali giunti fino a noi. Veniva già coltivato fin dal 7.000 a.C. Molto usato dai tempi dei Romani che lo usavano anche come farinata con l’aggiunta di cavoli, legumi, alloro e aglio, con il tempo era quasi scomparso ma oggi ha ripreso grande vigore.

In Garfagnana il farro non si mai smesso di coltivarlo anche se dagli anni ’50 del 1900, con il repentino cambio di abitudini alimentari la produzione si era notevolmente ridotta. Oggi il farro è tornato “di gran moda” grazie alla maggiore attenzione verso i cibi più salutari.

Il farro della Garfagnana  è della specie Triticum dicoccum varietà Schubler detta anche “grano vestito”. La rusticità della pianta fa sì che la sua coltivazione tradizionale non richieda l’uso di concimi chimici, fitofarmaci e diserbanti quindi il farro della Garfagnana  risulta biologico naturalmente.

Il terreno della Garfagnana, tra i 300 e i 1000 metri, offre alla pianta tutti gli elementi nutritivi di cui necessita. Seminato in autunno il farro viene trebbiato in estate e la produzione massima consentita è  di 25 quintali di farro vestito per ettaro. Dopo la raccolta il farro vien brillato.

Ogni 100 grammi di farro forniscono 395 Kcal.  Contiene il 67% di carboidrati, 15% di proteine, 2, 5 di lipidi, quasi il  7% in fibra ma non contiene colesterolo. Interessante l’apporto di minerali  soprattutto fosforo e potassio ma anche selenio,  calcio, sodio, ferro.

Un buon farro si riconosce nella cottura che lascia un chicco pulito e un cuore piacevolmente più “al dente”.

Essendo un prodotto tipico della Toscana intorno al farro si sono nel tempo consolidate ricette abbinate agli altri tipici prodotti della regione. Re nelle zuppe  e nelle minestre, il farro è buono anche per insalate fredde, come ripieno per verdure al forno, per torte salate.

“Zuppa di farro della Garfagnana con moscardini nostrani” è il famoso farro della Capannina vale a dire il più felice degli incontri tra autenticità e gusto.

 

 

Farro della Garfagnana.

Non necessita ammollo prima di essere cucinato.

Tenere in luogo fresco e asciutto.

Prodotto e confezionato da Bravi Andrea e C. s.a.s., Sillicano, Camporgiano, Lucca.

 

Peso N/A
Peso

0,5 kg, 1 kg

Carrello
Torna su