Posted on

Cucina autunnale toscana, scopri i sapori toscani

cucina autunnale toscana

L’autunno toscano è un trionfo di sapori. La stagione del foliage si accompagna con profumi di bosco che ben si addicono alla Toscana.

I sapori della Toscana

Ogni provincia offre un panorama gastronomico ampio e variegato che si sposa perfettamente sia con il vino nuovo che con le vecchie annate.
Davanti al camino, nelle sere che diventano fresche e il buio che arriva presto, godere di un bel bicchiere di sangiovese non giovane insieme a del salame al tartufo dove il tartufo non sia solo “essenza” ma vero tartufo finemente tritato nell’impasto.

Salame al tartufo

Come il salame al tartufo Gombitelli che parte dal salame di carne di prosciutto come base a cui si viene aggiunto il tartufo nero. Vi consigliamo di prNoi lo abbiamo provato e possiamo assicurare che è il miglior incipit del racconto della Toscana.

La cucina povera toscana

La cucina “povera” ha sempre guardato alle verdure ma in Toscana nelle dispense di un tempo,  lardo, guancia, salami e prosciutti non sono mai mancati. Queste preparazioni hanno dato sapore e calorie necessarie ad affrontare inverni rigidi e il duro lavoro.
Ancora oggi accanto ad una ribollita fumante o a una zuppa di pane si presenta sempre un bel piatto di salumi, qualche crostino caldo con il lardo rosa di Gombitelli, dolicatissimo, o con il lardo affumicato Gombitelli ideale per chi ama la vera affumicatura. Appena sciolto sul pane caldo oppure sulla polenta è un ottimo antipasto che parla perfettamente il linguaggio autunnale.

lardo rosa di gombitelli
lardo rosa di gombitelli

Piatti tipici toscani

Una calda zuppa di fagioli, tipico piatto autunnale del sud della Toscana, che è sempre  impreziosita  con della pancetta della migliore qualità come quella “stesa” di Gombitelli. Un prodotto tipico inserito nel Registro Unico dei prodotti agroalimentari tradizionali di eccellenza detto Rigatino. Una ricetta che con aglio e salvia crea “l’atmosfera” giusta per accogliere i fagioli borlotti.
In autunno si ha voglia di calore umano e un bel piatto di salumi insieme a qualche bicchiere di vino buono e al pane sciocco toscano fa entrare subito nell’atmosfera giusta.
Per chi invece ama il rito dell’aperitivo e non è attratto dall’atmosfera “old style” dell’autunno toscano consigliamo sempre una selezione di salami gourmet. A partire dal salame con i pistacchi, dolce e morbido perfetto con un Metodo Classico dalle leggere sfumature rosate. Ottimo anche quello ai pinoli, semi oleosi teneri e stagionali, che rendono il salame delicato e gustoso, in un incontro di sapori che ricordano la Vresilia e le sue pinete. Per chi ama qualcosa di più incisivo anche per l’aperitivo il salame alle olive nere è la scelta vincente. Casomai in abbinamento un rosato intenso, che abbia soggiornato un po’ di più sulle bucce arricchendosi di colore e profumi oppure un bel Vin Ruspo di Camignano.

cucina autunnale toscana