Porta in tavola la primavera

[vc_row][vc_column][vc_column_text]La bella stagione è ormai arrivata, si spera. Dopo tante piogge e temperature basse, il clima mite sembra ormai aver fatto ritorno. C’è voglia di stare all’aperto, di uscire con gli amici, ma soprattutto c’è voglia di sapori freschi e depuranti. Largo spazio quindi a ricette genuine e poco elaborate, a frutta di stagione e a piatti a base di verdure novelle… senza però tralasciare gusto e sapore!

È ora di depurarsi

Finalmente le giornate tornano ad allungarsi, le temperature si fanno più miti e i rami degli alberi rimasti spogli per tutto l’inverno iniziano a ricoprirsi nuovamente di foglie. Il bel tempo, tanto agognato, ha infine fatto capolino. Ma con il ritorno della primavera, torna a farsi impellente la voglia di rimettersi in forma. Non è solo il desiderio di riacquistare la linea per la fatidica prova costume, ma la necessità vera di depurare il nostro organismo e di raggiungere una condizione di benessere che ci assicuri un’estate senza problemi.

Cosa meglio quindi di una dieta fresca ed equilibrata?

La scorta di calorie che abbiamo fatto durante i mesi passati, idonea ad affrontare il freddo dell’inverno, deve lasciare spazio ad un menù più leggero e sicuramente disintossicante, ricco di tante vitamine e sali minerali.

Tempo quindi per cibi rinfrescanti e ricette a base di frutta e verdura: il nostro frigo deve tornare a popolarsi di carote, finocchi, sedano, dragoncello, cetrioli, asparagi, baccelli e pisellini novelli, senza dimenticare le insalate fresche, i pomodori e le erbette selvatiche come l’ortica, il tarassaco e la piantaggine. E ovviamente non deve mai mancare la frutta: non solo mele ed agrumi, ma anche fragole, ciliegie e poi le albicocche e i succosi meloni.

Depuriamoci sì… ma con gusto!

Quindi, cosa portare in tavola per assicuraci un’alimentazione idonea a tutte queste esigenze stagionali?

Ancora una volta sono i piatti della tradizione a venire in nostro aiuto.

Dai classici pisellini primaverili con la pancetta, alle fave (o baccelli come li chiamiamo noi in Toscana) con il pecorino, passando per i carpacci e i filetti preparati con le insalate dell’orto.

La ricetta della nonna per preparare i pisellini con la pancetta prevede di soffriggere in un paio di cucchiai d’olio d’oliva extravergine, una cipolla fresca finemente tritata, alla quale aggiungere la pancetta striscioline o dadolini e quindi, una volta rosolata, i pisellini freschi. Mescolare, salare quanto basta, spolverare con un po’ di pepe e coprire tutto con un bicchiere di acqua calda (o brodo vegetale), quindi terminare la cottura dei piselli. Per un sapore più intenso, invece della pancetta stesa o accoppiata, potete usare la pancetta affumicata: aggiungerà al vostro piatto un tocco in più.

Per gli amanti dei pinzimoni e dei sapori freschi, non c’è niente di meglio dei baccelli “tuffati nel sale”, accompagnati dal pecorino: per un antipasto più sfizioso alternate striscioline di pecorino sardo fresco a fettine di pecorino sardo stagionato Garamo, a listarelle di pecorino al peperoncino: disponetele in tre ciotoline distinte, i vostri commensali non avranno che l’imbarazzo della scelta!

Infine, per un pranzo veloce e leggero o un’apericena con gli amici, preparate due vassoi di carpaccio: nel primo disponete delle fette di Arista in Bigongia e copritele con dell’insalata croccante romana, pomodorini datterini, gherigli di noce e germogli freschi, salate e condite con un dressing all’olio extravergine della Fattoria Ceragioli e aceto balsamico di Modena.  Nel secondo vassoio, sopra un letto di rucola, pomodori secchi, scaglie di Talamello (il pecorino Fossa) adagiate delle fette di Filetto al Pepe e condite con olio di oliva extravergine Stefanini e qualche goccia di limone o di aceto balsamico.

E per finire… un po’ di moto

La primavera è la stagione ideale per rimettersi in forma: è proprio in questo periodo che il corpo infatti si libera di tutte le tossine accumulate nei mesi invernali. Cosa fare quindi per agevolare questo processo?

Come prima cosa, lasciamo la macchina parcheggiata in garage e andiamo a piedi!

Mezz’ora, quaranta minuti di passo sostenuto al giorno non solo rimettono in moto il metabolismo, ma permettono di cominciare a bruciare gli accumuli di grasso e cellulite: un buon esercizio per le signore che temono la prova bikini è quello quindi di andare a camminare almeno tre volte la settimana. Si può fare (è anzi consigliato) a qualunque età e se temete qualche piccolo dolore muscolare, non dimenticate di fare un po’ di stretching alla fine della vostra passeggiata.

Altra pratica piacevole (e poco faticosa) è la bicicletta, con un unico suggerimento per coloro che sono poco allenati: evitate le salite e sceglietevi percorsi in piano.

Infine, non c’è niente di meglio di una bella nuotata. La primavera è il momento migliore per segnarsi in piscina e man mano che le temperature salgono e il sole torna a splendere alto è possibile farlo anche nelle piscine all’aperto degli stabilimenti balneari della costa, molte delle quali dispongono addirittura di acqua di mare riscaldata.[/vc_column_text]

[/vc_column][/vc_row]

Carrello
Torna su