Pubblicato il

Spaghetti al sugo bianco di salumi

Un bel piatto di spaghetti ogni tanto ci vuole perché piacciono a tutti non solo a noi italiani.  Questo è un piatto che possiamo anche definire “di recupero”, un termine che oggi va di moda. In realtà il “non spreco” e l’utilizzo di ogni materia prima presente in dispensa era una pratica normale prima del boom economico!

Oggi che siamo più consapevoli e capiamo l’importanza di usare prodotti di qualità, dobbiamo tornare ad utilizzare queste ricette che ci permettono, di portare in tavola piatti gustosi senza spendere di più

Gli spaghetti al sugo bianco di salumi sono una prelibatezza. Si può partire con fare acquisti indirizzati solo a questa ricetta oppure, scegliendo tra le nostre tante ricette proposte, fare le une e le altre.

Abbiamo utilizzato gli avanzi dei salumi rimasti in frigorifero come finali di salame, di mortadella, di prosciutto, abbiamo aggiunto del prosciutto cotto scelto che in frigo non manca mai per un toast o un ripieno ed ecco fatto!

Prodotti usati in questa ricetta

spaghetti al sugo bianco di salumi

un piatto di spaghetti con i salumi per un primo ricco di sostanza e di gusto
Preparazione 10 min
Cottura 12 min
Tempo totale 22 min
Portata primo piatto
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone

Equipment

  • pentola
  • padella wok

Ingredienti
  

  • 320 grammi spaghetti di semola di grano duro trafilati in bronzo
  • qb salame
  • qb mortadella
  • 2 fette prosciutto cotto alte 1/2 centimetro
  • qb mortadella di gombitelli
  • 1 cipolla bianca
  • 1 cucchiaio olio extra vergine di oliva leggero
  • qb sale e pepe nero
  • 1 cucchiaio curcuma in polvere
  • 1 cucchaio parmigiano grattugiato

Istruzioni
 

  • mettete una pentola con abbondante acqua sul fuoco e aggiungete un cucchiaio di curcuma
  • Intanto tagliate a piccoli dadini i salumi che avete (salame, mortadella, mortadella di Gombitelli, lardo, pancetta, prosciutto cotto)
  • nella wok mettere un cucchiaio di olio e fate cuochere i salumi. Se vedere che si ritirano troppo aggiungere un cucchaio di acqua calda (non della pentola)
  • Aggiungete il sale all'acqua e appena la pasta bolle buttate gli spaghetti.
  • Quando sono ancora al dente meteteli nella wok e finite la cottura facendo attenzione ad aggiunge un po' di acqua ma non troppa.
  • spengete, aggiungete un cucchiaio di parmigano grattugiato, due cucchiai di acqua di cottura, mantecate e servite subito.
  • Togliete un po' di dadini di salumi cotti vi serviranno per decorazione.
Keyword pasta, pastasciutta, spaghetti
Tried this recipe?Let us know how it was!
Pubblicato il

Vellutata di fagioli rossi con zoccoli al lardo

La vellutata  è un piatto autunnale e invernale che riscalda. Per questo oggi ho deciso di darvi questa ricetta morbida che si assapora lentamente, con calma e che spesso è accompagnata da “un ma che buona!”

Le vellutate si possono fare con vari ingredienti e possono essere più o meno liquide. A me piace abbastanza densa. Ho scelto  un fagiolo rosso nostrale per questa vellutata perché è un fagiolo coltivato in Garfagnana. Essendo accompagnato dall’eccellenza della nostra crema  lardo affumicato ho scelto di accompagnarlo ad un’eccellenza di zona.

Il fagiolo Rosso veniva coltivato già nel 1700 nella piana di Lucca e nelle zone limitrofe. I fagioli sono stati per secoli la parte proteica, “la bistecca”, delle classi più povere. Ricchi di proteine, infatti, rappresentano una valida alternativa alla carne. Sono anche  ricchi di lecitina, il fosfolipide che favorisce l’emulsione dei grassi, che aiuta a combattere l’accumulo nel sangue.

Le vitamine e tanti Sali minerali, con piccole variazione secondo la varietà, sono vitamine A, B, C, E,  e potassio, ferro, calcio, zinco e fosforo.

Il bel colore scuro tendente al rosso regalano alla nostra vellutata un aspetto unico!

Prodotti usati in questa ricetta

Vellutata di fagioli rossi con zoccoli al lardo

Una ricetta autunnale calda e saporita con fagioli e e pane al lardo
Preparazione 6 h 10 min
Cottura 40 min
Tempo totale 6 h 50 min
Portata Zuppa
Cucina Italiana, toscana
Porzioni 4 persone

Equipment

  • pentola
  • mixer o frullatore
  • padella

Ingredienti
  

  • 400 grammi fagiolo rosso nostrale
  • 1 rametto rosmarino fresco
  • 2 spicchi d'aglio
  • 4 fette pane toscano senza sale
  • 1 cucchiaio crema di lardo affumicato Gombitelli
  • 50 ml panna liquida da cucina
  • qb sale e pepe

Istruzioni
 

  • Almeno 6 ore prima mettere a bagno i fagioli in acqua
  • far cuocere i fagioli aggiungendo gli spicchi d'aglio e il sale. Se volete abbreviare i tempi usate la pentola a pressione.
  • quando i fagioli sono cotti scolarsi mantenedo però da una parte l'acqua di cottura.
  • metterli nel frullatore, aggiungere le foglie di rosmarino lasciandone qualcuno per la decorazione dei piatti, un po' di acqua di cottura e la panna liquida.
  • frullare fino a quando non diventa una crema e rimettere nella pentola
  • tagliare le fette di pani a quadrotti
  • In una padella mettere un cucchiaio di crema di lardo e far dorare i quadrotti di pane
  • assaggiate la vellutata, aggiungete sale se serve, macinate del pepe nero, e sesi è addensata aggiungete dell'acqua di cottura e mescolate bene.
  • servire subito con gli zoccoli di pane al lardo e qualche foglia di rosmarino
Keyword fagioli, zuppa
Tried this recipe?Let us know how it was!
Pubblicato il

Crostini caldi con lardo rosa, miele di castagne, rosmarino, noci e bacche di rosa canina

Il sapore dell’autunno in questi crostini caldi che si prestano a molte occasioni. Per un antipasto, uno spuntino con un bel bicchiere di vino, una merenda “meditativa” davanti al camino acceso.

Semplici da fare sono ricchi di vitamina C per la presenza della rosa canina, vitamina sempre utile  nei periodi in cui è più facile prendersi un raffreddore. Insieme al miele e alle noci è un  aiuto per alzare le difese immunitarie e tutti noi sappiamo quando sia importante di questi tempi!

Come sempre la cosa importante è avere a disposizione prodotti di grande qualità. Di questa ricetta c’è una variante leggermente meno delicata. Basta usare il lardo affumicato Gombitelli, affumicato con i vecchi metodi che si usavano in questa zona della Toscana secoli fa, che profuma ma non sovrasta.
Tenere in frigo il lardo rosa di Gombitelli è una buona abitudine perchè si presta a molte preparazioni specialmente autunnali.

Il miele di castagno prodotto nei boschi incontaminati della Garfagnana, con il suo colore ambrato e la nota amarognola naturale perfeziona questo crostino semplice ma gustoso.

Vino consigliato. Con questo crostino consiglio un vino che mitighi il senso di pastosità data dal grasso del lardo rosa delicato ma aromatico e non troppo sapido. Un rosso non toscano come un Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC potrebbe essere la scelta giusta..

Prodotti usati in questa ricetta

Crostini caldi con lardo rosa, miele di castagno, rosmarino, noci e bacche di rosa canina

Un crostino per le giornate che iniziano a diventare più corte, un buon bicchiere di vino mentre il paradiso può attendere
Preparazione 5 min
Cottura 5 min
Tempo totale 10 min
Portata antipasto
Cucina Italiana
Porzioni 3 persone

Equipment

  • piastra x grigliare

Ingredienti
  

  • 6 fette pane toscano (senza sale)
  • 3 noci
  • 3 cucchiaini miele di castagno
  • 6 fette lardo rosa di Gombitelli
  • qb bacche essicatte di rosa canina
  • 1 rametto rosmarino fresco
  • qb pepe nero macinato fresco
  • qb sale

Istruzioni
 

  • Tagliate il pane a fette non troppo spesse e fatele grigliare appena ( senza che si induriscano)
  • tagliate le fette di lardo rosa di Gombitelli
  • quando il pane è pronto salate appena e adagiate sopra dolcemente il lardo rosa formando una S e rimettete per un minuti al calore della griglia in modo che si ammorbidisca un po'
  • togliete dalla griglia, spolverate con un po' di pepe nero macinato sul momento, adagiate i gherigli di noci, qualche foglia di rosmarino e le bacchhe di rosa canina e finite mettendo a filo il miele lungo tutto il crostino. Servire caldo.
Keyword crostino, crostone
Tried this recipe?Let us know how it was!
Pubblicato il

Rotolo salato “Tuttogusto”

I rotoli salati sono un’alternativa alla torta salata. Sono i “pezzi” classici di una cucina di casa e che salvano quando si ha poco tempo e si vuol fare comunque bella figura. Come diciamo sempre l’occhio in cucina vuole la sua parte e quindi il rotolo salato soddisfa questo e il gusto. Facile da farsi la sua bontà dipende dagli ingredienti che, non ci stancheremo mai di dirlo; devono essere di prima qualità

Il formaggio pecorino e il prosciutto cotto si prestano molto bene a questo tipo di preparazione e permettono di preparare un piatto sfizioso e ricco di sostanza. Si presta ad essere decorato con altra pasta sfoglia se avete tempo ma come vedete si presenta bene anche se lasciato in semplicità.

Oggi vi presentiamo la nostra ricetta del rotolosalato tuttogusto con il nostro prosciutto cotto scelto, fatto senza glutine e seguendo l’antica tradizione di famiglia. Abbiamo aggiunto verdure di stagione e uova del pollaio, l’abbiamo ammorbidito con la nostra crema di lardo accompagnata con un contorno di delicate cipolle.

Vino consigliato: per questa ricetta lasci abbiamo deciso di lasciare la Toscana e addentrarci in un territorio meraviglioso che regala vini straordinari. Ecco allora che l’ Etna rosso Cantine patria con suoi sentori di bosco e di il suo gusto corposo e vellutata esalterà sposa bene questo piatto .

Prodotti usati in questa ricetta

Rotolo salato Tuttogusto

Una ricetta facile da fare in forno che piacerà a tutti
Preparazione 15 min
Cottura 25 min
Tempo totale 40 min
Portata antipasto caldo
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone

Equipment

  • forno

Ingredienti
  

  • 1 rotolo pasta sfoglia rettangolare pronta
  • 20 fette prosciutto cotto scelto
  • 4 uova
  • 4 fili erba cipollina
  • qb sale e pepe nero
  • 20 foglie tra bietola e tarassaco (se vi piace la parte amara)
  • 40 grammi pecorino grattugiato
  • qb crema di lardo
  • qb olio extra vergine di oliva

Istruzioni
 

  • Stendete la pasta sfoglia
  • tagliate 20 fette non troppo sottili di prosciutto cotto scelto Gombitelli
  • Sbattete le uova con qualche filo di erba cipollina tagliata a rondelle, sale e pepe
  • fate una o due frittate secondo la capienza della vostra padella facendo attenzione ad un ungere la padella con solo un filo d'olio
  • Stendere sulla pasta sfoglia uno strato di prosciutto, poi mettere qualche striscia di frittata, alcune foglie e ripetere l'operazione fino alla fine degli ingredienti. Aggiungere dei fili di erba cipollina
    rotolo salato tuttogusto
  • spolverare con del pecorino grattugiato e arrotolare.
  • sigillare il rotolo mettendo sul bordo della crema di lardo Gombitelli.
  • mettere in forno già caldo e non ventilato a 180 gradi per 25 minuti
  • tagliare quando è diepido e servire accompagnato con un contorno
Keyword antipasto
Tried this recipe?Let us know how it was!
Pubblicato il

Spaghetti con zucchine saltati in crema di lardo affumicato

Un bel piatto di spaghetti è perfetto per ogni giorno. Se poi la pasta è della migliora qualità  fatta con farine di grano duro e trafilata al bronzo il risultato sarà esaltante.
Per questo piatto ho usato  gli spaghetti dell’Antico Pastificio Toscano Laboratorio Artigianale che usa semola composta per il 60% da coltivazioni situate tra Siena ed Arezzo ed il restante 40% da coltivazioni della Maremma. Una semola selezionata  con note profumate e un contenuto proteico del 13,5%.

La buona pasta si presta e richiede i migliori ingredienti.  In estate  zucchine  e pomodori sono preziose risorse di Sali minerali e vitamine . Risorse che con la pasta si sposano perfettamente. Un buon piatto di spaghetti richiede attenzione, soprattutto per la cottura della pasta che deve essere perfettamente al dente. Il condimento deve essere abbondante ma non eccessivo e la pasta trafilata al bronzo con la sua naturale ruvidità di superficie, si presta ad accoglierlo e a trattenerlo.

Prodotti usati in questa ricetta

Spaghetti con zucchine saltati in crema di lardo affumicato

un piatto di pasta italiano con ingredienti di stagione e prodotti della tradizione
Preparazione 15 min
Cottura 15 min
Tempo totale 30 min
Portata primo piatto
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 400 grammi spaghetti lunghi. Pasta di grano duro trafilata al bronzo con grani di provenienza italiana
  • 6 zucchine piccole chiare
  • 4 pomodori maturi
  • 1 cipolla
  • 4 cucchiai olio extra vergine di oliva toscano
  • 2 cucchiai crema di lardo affumicato al naturale Gombitelli
  • qb sale marino
  • qb pepe nero

Istruzioni
 

  • Lavare le zucchine, asciugarle  e tagliarle a dadini
  • Pulire la  cipolla e tagliarla a fette
  • Lavare e pulire e tagliare i pomodori
  • In una padella mettete l’olio extra vergine di oliva e fate imbiondire la cipolla
  • Aggiungetele zucchine e dopo poco i pomodori. Far cuocere e ritirare tutta l’acqua
  • Fate cuocere con l’acqua di cottura delle verdure ma se non bastasse aggiungete un po’ di acqua
  • Salate e pepate
  • Intanto mettere sul fuoco una pentola capiente con una quantità abbondante di  acqua e portarlaad ebollizione
  • Aggiungere il sale marino italiano attendere qualche minuto poi buttare la pasta
  • poco prima che abbia raggiunto il punto di cottura mettetela nella padella con il sugo e matecate con due cucchiai di acqua di cottura e srevite
Keyword cucina italiana, pasta
Tried this recipe?Let us know how it was!
Pubblicato il

Ciambella napoletana

La ciambella napoletana  o tortano è un piatto spesso viene scambiata per il casatiello primaverile perché di solito si fa a Pasqua. Nel casatiello, nome che gli deriva da caso cioè cacio,  ci sono anche le uova e porta con se una simbologia legata alla  festività cristiana. Una ricetta presente già nel 1600 come dimostra la della favola La gatta Cenerentola di Giambattista Basile, che la ricorda.  La ciambella napoletana è parente stretta del casatiello,  perfetta anche in estate perché è buona anche fredda! È Un trionfo di sapori, ricca, gustosa e sostanziosa che non delude mai.
Bella a vedersi suggerisco di servire in estate questa preparazione rovesciata e riempire il centro con fresca insalata e pomodori.

Prodotti usati in questa ricetta

Ciambella napoletana

la ciambella napoletana è un gustoso classico adatto anche al periodo estivo. Provare per credere.
Preparazione 4 h 15 min
Cottura 45 min
Tempo totale 7 h
Portata antipasto
Cucina Italiana
Porzioni 8 persone

Equipment

  • forno
  • stampo da ciambella da 22 centimetri di diametro

Ingredienti
  

  • 350 grammi farina di fremento tipo 0
  • 200 grammi acqua
  • 75 grammi strutto morbido
  • 40 grammi crema di lardo affumicato Gombitelli
  • 15 grammi lievito di birra fresco
  • 180 grammi pancetta Gonmbitelli
  • 180 grammi di Mortadella di Gombitelli (salame tipico)
  • 100 grammi prosciutto cotto
  • 150 grammi salame stagionato Gombitelli
  • 100 grammi provolone a cubetti
  • qb sale e pepe

Istruzioni
 

  • Sciogliere bene il lievito di birra con un poco d’acqua aggiungere alla farina e a tutta l’acqua. Aggiungete lo strutto,  il sale
  • Impastate ma non a lungo deve venire un impasto omogeneo
  • Mettete la pasta in una ciotola e coprite mettendola al riparo e al caldo (max 28°) fatela lievitare per circa due ore
  • Intanto tagliate a dadini i salumi e il formaggio
  • Quando la pasta ha fatto il suo raddoppio, stendetelaformando un rettangolo di circa 40 centimetri
  • Qui abbiamo fatto una variante che è risultata golosa: abbiamo spalmato del lardo Affumicato Gombitelli sul rettangolo di pasta al posto dello strutto
  • Adagiare i dadini di salumi e formaggio sul triangolo di pasta poi salare e pepare
  • Chiudere in un rotolo e adagiare con cura nello stampo antiaderente. Decorate con della pasta a piacere
  • Spennellate nuovamente con strutto e lasciate riposare coperto per altre due ore deve raddoppiare il volume
  • Trascorso il tempo mettete in forno caldo a 190 gradi percirca 45 minuti
Keyword ciambella napoletana
Tried this recipe?Let us know how it was!
Pubblicato il

Insalata con crostini di pane saporiti al lardo affumicato

Il pane toscano è senza sale e si adatta al sapore sapido degli insaccati preparati nella regione. Un pane che si presta a tante ricette davvero gustose come la pappa al pomodoro, la ribollita o l’estiva panzanella. 

In estate siamo sospinti anche verso fresche insalate ricche di sali minerali e vitamine che perdiamo in grande quantità per il caldo. Ma non a tutti piacciono e quindi è bene rendere questi piatti estivi più invitanti e gustosi con qualche piccola idea.

Il pane può essere un nostro grande alleato (qui trovi la ricetta del pane toscano fatto in casa). Sui presta a diventare croccante per crostini piccoli e gustosi da aggiungere alle insalate che così diventeranno non solo fresche e colorate ma anche ricche di sostanza.

Prodotti usati in questa ricetta

Insalata con crostini di pane saporiti al lardo affumicato

Una insalata fresca ma ricca di sostanza ideale per le calde serate estive.
Preparazione 2 min
Cottura 5 min
Tempo totale 25 min
Portata Contorno
Cucina Italian

Ingredienti
  

  • 1 cesto insalata (indivia)
  • 1 barattolo crema di lardo affumicato Gombitelli
  • 2 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 4 pomodori maturi
  • 1 rametto di rosmarino
  • qb sale
  • qb pepe bianco macinato fresco
  • qb aceto di mele
  • 2 cucchiai olio extra vergine di oliva

Istruzioni
 

  • lavate bene l'insalata che preferibilmente deve essere variegata per dare colore
  • pulire e tagliare le carote a julienne
  • pulire i gambi di sedano togliendo prima i filamenti poi tagliarli a fettine sottili
  • lavare i pomodori, ascugarli e tagliarli a fettine togliendo i semi se sono troppi.
  • tagliare il pane tostarlo leggermente
  • spalmare la crema di lardo Gombitelli sul pane tostato in maniera abbondante e tagliare ogni fetta a dadini di 1 centimetro per 1 centrimetro.
  • Condire l'insalata con sale, pepe bianco macinato frsco, poco aceto di mele e 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva e girarla.
  • aggiungere i dadini di pane con il lardo e rigirare il tutto prima di servire.
Keyword insalata
Tried this recipe?Let us know how it was!
Pubblicato il

Crostini veloci e gustosi con pane toscano

Il pane toscano senza sale fatto con farina di tipo 0 e che trovate QUI, si presta a fare degli ottimi crostini rustici molto veloci che accontentano sempre tutti.

Il pane toscano permette di abbondare con il condimento perché regala profumi ma non sapidità. I salumi toscani sono ovviamente gli abbinamenti più adatti ma anche le salse come quelle pronte ma lavorate in maniera artigianale e con ingredienti di prima qualità, faranno in tavola la felicità di molti palati.

Crostini Toscani

Basta tagliare il pane e spalmare il crostino toscano Gombitelli. Una variante può essere quella di imburrare leggermente il pane e scaldarlo brevemente sulla griglia elettrica. Il crostino toscano è un paté di fegatini di pollo, capperi e altri ingredienti secondo una ricetta classica più arricchita dalla presenza di cetriolini.

Crostini di lardo e salvia

Tagliate il pane e dividete le fette in due parti. Grigliate il pane e una foglia di salvia per ogni crostino e mentre è ancor caldo adagiare sopra una fetta di lardo rosa Gombitelli. Il lardo, se il pane è caldo, si scioglie creando con la salvia fresca un mix perfetto. Da Abbinare ad un buon vino rosso toscano come un sangiovese in purezza.

Bruschetta piccante

La bruschetta è una ricetta intramontabile. Da colore e sapore alla tavola. Perfetta per intrattenere i commensali in attesa della cena. Tagliare il pane a fette, grigliare il pane, mettere sopra la bruschetta piccante Gombitelli.

Crostino di crema di lardo e agrumi

Ecco un crostino diverso, semplice ma che vi fara ricordare! Quello che può sembrare uno strano abbinamento in realtà rende il lardo affumicato gradito al palato di tutti, anche di coloro che non amano l’affumicatura ( forse perchè non conoscono quella naturale praticata dal salumificio Gombitelli!).
Tagliare il pane a fette. Dividetele in due e mettetele a tostare leggermente. Tagliate una fetta di lardo steso Gombitelli, aggiungete qualche foglia di rosmarino e mezza fetta sottilissima di limone.

Crostini di salame

Un classico “mezzo panino”. Tagliare il pane toscano e dividere in due le fette. Tagliare del salame toscano stagionato Gombitelli a fette fini, mettere una fetta di salame, aggiungere una fetta di pecorino toscano tagliata fine, chiudere con un’altra fetta di salame, chiudete con un oliva fermata con uno stecchino. Un bicchiere di vino rosso toscano come il maremma Toscana DOC della Fattoria dei Barbi 50% di Sangiovese completato da percentuali minori di Merlot, Alicante, Cabernet Sauvignon e Petit Verdot. Un vino mediterraneo, caldo, morbido, molto profumato e godibilissimo!

Ricette e foto di Roberta Capanni

Prodotti usati in questa ricetta

Pubblicato il

Petto di Pollo al Lardo

[vc_row][vc_column][vc_column_text]_nik9535-1

La ricetta che vi presentiamo oggi è originale di Gombitelli, anche questa ricetta l’abbiamo presa dal quadernino della nostra ‘Nonna Maria’, è un petto di pollo cotto in padella con la Crema di Lardo, aglio e rosmarino; un secondo piatto facile e veloce da fare ma molto nutriente e saporito.[/vc_column_text][vc_custom_heading text=”Prodotti usati in questa ricetta” use_theme_fonts=”yes”]

[/vc_column][/vc_row]

Petto di Pollo al Lardo

Petto di pollo cotto in padella con Crema di Lardo, aglio e rosmarino.
Preparazione 5 min
Cottura 10 min
Tempo totale 15 min
Portata secondo piatto
Cucina toscana
Porzioni 2 persone

Ingredienti
  

  • 300 gr. petto di pollo a fette
  • 1 cucchiai olio d'oliva extra vergine
  • 2 cucchiai crema di lardo
  • 1 rametto rosmarino
  • 2 spicchi aglio

Istruzioni
 

  • Scaldare in una padella un cucchiaio di olio e scioglierci i due cucchiai di crema di lardo.
  • Aggiungere gli spicchi di aglio e il rametto di rosmarino.
  • Cuocere per bene le fette di petto di pollo, a cottura ultimata salare e aggiungere una spolverata di pepe.
  • Servire caldo.
Tried this recipe?Let us know how it was!

Pubblicato il

Filetto di Manzo cotto con Crema di Lardo al Tartufo

[vc_row][vc_column][vc_column_text]_nik9553-1

Oggi vi presentiamo un modo davvero gustoso ed originale per preparare un filetto di manzo, spennellato con Crema di Lardo al Tartufo e cotto alla piastra; ricetta semplice e veloce da preparare ma con un risultato da veri gourmet![/vc_column_text][vc_custom_heading text=”Prodotti usati in questa ricetta” use_theme_fonts=”yes”]

[/vc_column][/vc_row]

Filetto di Manzo cotto con Crema di Lardo al Tartufo

Filetto di manzo spennellato di Crema di Lardo al Tartufo e cotto alla piastra.
Preparazione 5 min
Cottura 5 min
Tempo totale 10 min
Portata secondo piatto
Cucina toscana
Porzioni 2 persone

Ingredienti
  

  • 2 fette filetto di manzo
  • q.b. Crema di Lardo al Tartufo

Istruzioni
 

  • Spennellare con abbondante Crema di Lardo al Tartufo le fette di filetto di manzo.
  • Scaldare la piastra per alcuni minuti e quando è ben calda cuocere 2 minuti per lato (o più in base ai vostri gusti)
  • Servire ben caldo, e buon appetito!

Note

Prima di cuocere il filetto tenerlo fuori dal frigo per un paio di ore per portarlo a temperatura ambiente.
Tried this recipe?Let us know how it was!

Pubblicato il

Consigli e ricette per il menù delle feste con prodotti artigianali toscani

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Ogni anno, la stagione invernale e le ricorrenze natalizie rappresentano l’occasione ideale per trascorrere momenti piacevoli e sereni. Il palinsesto delle vacanze natalizie è sempre molto simile a se stesso, ma proprio in ciò sta la sua forza. Di anno in anno ritroviamo parenti e amici, qualcuno si aggiunge e qualcuno si è perso, ma la voglia di stare bene insieme, mettendo per un attimo da parte difficoltà e incomprensioni, fa sempre capolino. Il buon cibo, quello che stimola i sensi e stuzzica la curiosità, è in questo senso una piccola grande panacea, il collante essenziale per trascorrere bene insieme le cene

Cena Natale: consigli economici per occasioni speciali

Dalle serate in compagnia degli amici – che spesso cominciano intorno al 20 dicembre, al pranzo di famiglia del giorno di Natale. Cosa c’è nei menù delle feste quest’anno? Con quale spirito andiamo a pensare a cosa offrire ai commensali? I pranzi, le cene, sono momenti dedicati alla condivisione, all’allegria ma anche al gusto. Procediamo lasciando spazio all’inventiva per elaborare un menù di Natale ricco di sapori, di aromi e di fantasia.

ricettapulenta4

Il Menù di Natale quest’anno parla toscano

Per stupire i tuoi ospiti con una selezione di ricette di Natale invitanti e deliziose, inizia a progettare con anticipo il menù del pranzo natalizio o della cena della vigilia. Puoi farlo scegliendo ingredienti di alta qualità, garantiti per la freschezza, la genuinità e la provenienza. I sapori intensi e gustosi della Toscana offrono un’ampia scelta di possibilità per un menù di Natale originale e prelibato, con il valore aggiunto dei prodotti tipici italiani. Il Salumificio Triglia propone un vasto assortimento di prodotti artigianali di alta qualità, perfetti per realizzare in pochi semplici passi deliziose ricette di Natale, impreziosite dai sapori della tradizione.

Scopri le specialità, le eccellenze della salumeria toscana, e lasciati conquistare dal gusto e dalla fantasia, scegliendo quest’anno di preparare gli antipasti per Natale a base di salumi toscani. Puoi provare a creare piatti saporiti e invitanti, crostini, tartine, carpacci, insalate, primi piatti, polente e secondi al forno. Come? Semplice, quando si hanno a disposizione prodotti dal gusto unico, capaci di sprigionare profumo e sapore investendo le nostre tavole con delicatezza, andiamo sul sicuro.

Dalla nostra abbiamo tutta la sicurezza e la genuinità di uno storico marchio come Triglia, che ha saputo mantenere intatte le tradizioni locali. Il Salumificio Triglia propone salumi artigianali e prodotti tipici pensati per valorizzare gli antichi sapori con spirito innovativo, per arricchire il tuo pranzo di Natale con originalità.

ricettapulenta3

Idee antipasto per il pranzo di Natale con i salumi del Triglia

Per offrire un antipasto saporito e diverso dal solito, prova alcune delle preparazioni del Triglia.
La crema di lardo al tartufo ad esempio, morbida e dall’aroma raffinato, ideale per preparare gustosi crostini. Oppure il filetto al pepe, una specialità magra e invitante per i nostri palati che è spesso accompagnato da fette di pane integrale. Preparato con il lombo del suino, il filetto si presta per essere condito con un filo d’olio e va ad arricchire l’offerta degli antipasti o dei secondi, se ben conciato con scaglie di parmigiano o pecorino stagionato, insalata ed altre crudité di verdure.

Come non citare il salame. È un antipasto immancabile nel menù di Natale, ricco di gusto e gradito a tutti. Il Salumificio Triglia lo propone in tante irresistibili varianti, al tartufo, ai funghi, alle noci, ai pistacchi, alle olive e ai pinoli, l’ultima novità nella produzione. Il salame artigianale è adatto anche ad un aperitivo tra amici, accompagnato magari da prosecco fresco.
Per i palati più esigenti invece ci sono prodotti come il Cuor di Penitente e il Prosciutto Penitente, che vengono preparati dal salumificio con procedimenti in uso da oltre due secoli. Rigorosamente stagionati per 24 mesi, questi salumi ottengono un gusto pieno e unico e possono essere presentati come antipasto di Natale, tagliati a fettine sottili, magari insieme al pane toscano e ad un vino dell’Oltrepò Pavese.

cotechino4

Primi piatti Menù di Natale: quando la carne di maiale è protagonista

Il maiale rappresenta oggi una delle carni rosse più magre e nutrienti. La sua versatilità nelle preparazioni in cucina lo rendono uno dei possibili protagonisti delle nostre cene delle feste.

Sorprendi i tuoi invitati presentando come primo piatto per il pranzo di Natale o per la cena della Vigilia qualcosa di diverso dal solito. Scegli un formato di pasta piuttosto grosso, rigatoni, paccheri, tagliatelle larghe, meglio se pasta fatta in casa. Vanno benissimo anche gli gnocchi di patate. Preparali con un sugo di salsiccia e pomodoro magari, pancetta e carciofi, oppure lasciati persuadere dal gusto forte e delicato di una pancetta e zucca.
Se preferisci un risotto morbido e gustoso, preparalo con salsiccia fresca e radicchio o, in alternativa, prova la polenta, tagliata a fette e fritta in padella, impreziosita con crema di lardo al tartufo.

ricette__01cotechino

Gli intramontabili secondi piatti a base di carne di maiale

Più adatto a Capodanno che a Natale, ma sempre gradito, è il cotechino, preparato artigianalmente dal Salumificio Triglia, adatto ad accompagnare lenticchie stufate o purè di patate. Piacevole per la delicatezza e la morbidezza, è anche l’arista di maiale al forno, cucinata con erbe aromatiche e accompagnata da patate o da un purè gustoso, arricchito magari con qualche pezzetto del mitico Scoppolato di Pedona, un formaggio di latte vaccino dal sapore eccezionale.

Infine, alla farina di castagne aggiungi l’olio di oliva, unite noci, pinoli e rosmarino. Insieme al classico panettone, puoi presentare sulla tavola di Natale un magnifico Castagnaccio, completando il tuo pranzo con la dolcezza rustica della Toscana, una delle regioni più belle d’Italia.

prodotti__351[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Pubblicato il

Lardo e Melone

[vc_row][vc_column][vc_column_text]ricetta__07-11

Oggi vi presentiamo un piatto tradizionale dell’entroterra toscano, il ‘Lardo e Melone’; usando il melone giallo, cugino meno famoso del classico melone estivo che siamo abituati a vedere sulle nostre tavole; avvolto da fettine di Lardo Rosa di Gombitelli.[/vc_column_text][vc_custom_heading text=”Prodotti usati in questa ricetta” use_theme_fonts=”yes”]

[/vc_column][/vc_row]

Lardo e Melone

Melone avvolto con fettine di Lardo Rosa di Gombitelli.
Preparazione 10 min
Tempo totale 10 min
Portata antipasto, antipasto freddo, piatto unico
Cucina toscana
Porzioni 2 persone

Ingredienti
  

  • 6 fette melone giallo
  • 80 gr. Lardo Rosa di Gombitelli

Istruzioni
 

  • Tagliare a fette il melone, togliere la buccia e i semi.
  • Avvolgere le fettine di lardo ad ogni fetta di melone.
  • Servire e gustare.
Tried this recipe?Let us know how it was!